Coppa Cristofaro 1° Edizione 13/09/ 2009     

                                                     

 

Filmato: Podistidoc

Foto : Franco Manna

Giudice arbitro: Cristian Avino

A commentato la serata: Marco Cascone

A “Gianluca Foschini” giovane Vollese valido collaboratore del Gruppo Podistico dedichiamo questa prima edizione e nomina madrina dell’evento Adriana Fabini

 

 

A scriversi per questa prima edizione nel albo d’oro il Gruppo Sportivo “Erco Sport” Capitanato da Raffaele Colantuono.   

 

Cronaca dell’ evento di Marco Cascone

L’a.s.d. SILMA ha centrato l’obiettivo, la “Coppa Cristofaro” è stata un successo. La formula organizzativa del tutto innovativa ha raggiunto il suo scopo proporre un evento diverso ma più che interessante sia dal punto di vista agonistico sia dal punto di vista spettacolare. L’evento, come di consuetudine non ha dimenticato la solidarietà, su invito della madrina Sig.ra Adriana Fabini, l’intero ricavato (espresso in prodotti di vario genere)                                                                            e stato consegnato alla Casa Famiglia “ Fratello Sole” Capodimonte – NA –

                          

ll Centro Sportivo M.C. Veneruso sede sportiva della SILMA luogo di riferimento e di realizzazione dell’evento si è manifestato decisamente all’altezza dello scopo, supportato dal grande senso dell’ospitalità e genuinità che da sempre caratterizza gli eventi a firma di Peppe e Pino Tre gare in sequenza che hanno attirato l’attenzione del pubblico, coinvolgendolo in ogni fase dell’evento. Tre ore di vero spettacolo agonistico, senza mai dimenticare il sorriso e la gioia dei volti di chi ha scelto bene, partecipando in prima persona.

      

Alle 19,00 la prima gara. 11 ragazze a contendersi i premi e, soprattutto, le lunghe emozioni dell’Americana. 400 metri a giro, con poco più di 100 metri lenti e 300 in cui le ragazze dovevano dare fondo alle proprie energie per evitare di arrivare in fila al gruppo. Un eliminazione a giro e si ripartiva per altro agonismo. Pino Veneruso in duplice veste: quella di organizzatore e di pace maker di recupero atleti ad ogni tornata. L’Americana è una gara nella gara, anzi sono tante gare quanti sono gli atleti al via. Ogni giro è una storia a sé e ogni giro c’è agonismo alla massima espressione. Naturale che poi vince chi ha le giuste qualità, abbinate all’intelligenza tattica.

                

A due giri dal termine tre ragazze a contendersi i posti sul podio. Filippa Oliva (Napoli Nord Marathon). Sabrina Carullo (ErcoSport) e Filomena Palomba (Aggregazione Hinna). Al termine del penultimo giro restano in gara le prime due, con Filomena costretta ad uscire dopo aver dimostrato di essere in grado di tenere testa alle ottime avversarie. Ultimo giro con vittoria di Filippa Oliva (capace di sapersi gestire e di uno spunto finale di gran valore). Brava Sabrina Carullo: intelligenza nella gestione delle risorse, capacità di lettura della gara per lei. Quarta e quinta posizione per Cinzia Oliva (Nikaios) e Gioconda di Luca (ErcoSport).

                        

Seconda gara in programma (e seconda emozione) la Staffetta a squadre. 5 atleti in rappresentanza dei team campani e 2000 metri di frazione per ciascuno di essi. Alla fine il valore e la compattezza dell’ErcoSport ha fatto la differenza ai fini della vittoria. Raffaele Colantuono, Presidente e primo staffettista, ha messo su un gruppo omogeneo di atleti e la supremazia non è stata mai messa in discussione. In testa fino alla fine il Team di Ercolano, con subito dietro la Silma. Bella la terza posizione del Marathon Club Neapolis Vesevo. Il Centro Ester e la Napoli Nord Marathon a chiudere il novero dei primi 5 team al traguardo. Bella e simpatica la presenza del Team Fratelli Veneruso: una 9a  posizione che non è stata niente male.
     

 

Ore 21,30: è andato in scena l’agonismo stellare dell’Americana Maschile. Visti gli atleti al via (e soprattutto vista la tensione e l’attesa che si respirava in giro) non ci si può che comprendere anche qualche confronto agonisticamente ancor più animato. Qualche spalla a spalla di quelli tosti. 14 atleti al via ed eliminazione ad ogni giro. Eliminazione dolorosa, anche perché tutti avevano le caratteristiche per poter andare lontano. Gli ultimi 2 giri hanno lasciato sotto i riflettori del campo (e tra l’emozione e la partecipazione del pubblico) tre soli protagonisti: Abdelhadi Ben Khadir (Antoniana Runners); Salvatore Forino (G.P: la Corsa); Paolo Ciappa (Riccardi Milano). Dopo una grandissima prova, Salvatore Forino ha dovuto accettare la maggiore velocità degli avversari, frutto soprattutto di una migliore capacità di recupero sulla distanza. Nell’ultimo giro il confronto tra  Ben Khadir e Paolo Ciappa. Alla fine vittoria per l’atleta del Marocco, dopo un confronto all’ultimo respiro. Da segnalare le ottime prestazioni di Tony Silvestri (Libertas) e Lucio Sacco (per la gioia di papà Peppe): rispettivamente in quarta e quinta posizione. Una domenica pomeriggio al centro Sportivo Veneruso. Una domenica pomeriggio in cui si è avuto conferma che Peppe Sacco sa come tradurre in spettacolo la corsa e come proporre eventi che escono dai canoni della tradizione, diventando però essi stessi subito tradizione. Una tradizione che il prossimo anno sarà ancor più coinvolgente. Già da ora vi invito ad esserci. La seconda edizione della “Coppa Cristofaro” ribadirà che la passione, l’organizzazione e il forte senso dell’accoglienza fanno sempre la differenza!

                                             

FILMATO

http://www.coppacristofaro.it/video.htm

 

 

 

 

         

       Ritorna in prima Pagina         Coppa Cristofaro

 

 

   

 

Stampa questa pagina